Views
6 months ago

Aprile 2018

  • Text
  • Rover
  • Anni
  • Veicoli
  • Viene
  • Essere
  • Veicolo
  • Venne
  • Mondo
  • Auto
  • Dopo
La nascita della prima Land Rover | Come Land Rover ha affrontato spedizioni scientifiche ed intrepide avventure | L’editor di GQ, Dylan Jones, parla di ispirazione con il nostro Chief Design Officer Gerry McGovern | Quale sarà l’impatto dei veicoli elettrici e connessi | Affrontare i 999 gradini della Porta del Paradiso in Cina

UN MONDO DI AVVENTURE 01

UN MONDO DI AVVENTURE 01 02 03 “LE SPEDIZIONI AIUTANO A RISOLVERE DEI PROBLEMI SE SONO CONSIDERATE PIATTAFORME PER PROGETTI PIÙ AMPI, CHE È CIÒ CHE L’RGS LAND ROVER BURSARY HA FATTO FIN’ORA” TOM ALLEN, VINCITORE DELL’RGS LAND ROVER BURSARY 01 L’ex designer capo di Land Rover Peter Crowley prese parte al Fifty 50 Challenge del 1998 con un Defender ad uso militare soprannominato Goldilocks 02 Il vincitore dell’RGS Land Rover Bursary del 2016 Tom Allen ha usato un Defender modificato per esplorare un potenziale itinerario trans caucasico 03 Il Camel Trophy del 1989 nell’Amazzonia è stato un gioco da ragazzi per i fratelli e agricoltori Bob e Joe Ives Herefordshire. Una nevicata particolarmente pesante ha trasformato il paesaggio in una bellissima scenografia invernale e in un luogo perfetto per parlare dell’avventura. Eastnor è stata la sede di generazioni di ingegneri di sviluppo Land Rover fin da quando il proprietario Benjamin Hervey-Bathurst invitò la società a testare il prototipo della Range Rover, verso la fine degli anni Sessanta, sui percorsi sterrati vari e difficili della proprietà. Qui, oggi, un Tim Slessor visibilmente commosso ha ritrovato una delle Land Rover Series I utilizzate nella leggendaria spedizione: la SNX 891, detta “Oxford”. I veicoli erano stati battezzati “Oxford” e “Cambridge” dal team e dipinti di blu scuro e di blu chiaro in onore dei rispettivi colori delle due università. Oggi del colore originale è rimasto poco, e che il veicolo sia in qualche modo sopravvissuto è dipeso in parte dalla fortuna e in parte dagli sforzi di ricerca e dalla dedizione di due appassionati, Peter Galilee e Adam Bennett, che hanno trovato il telaio di “Oxford” mezzo sotterrato e altre parti abbandonate nella remota isola di Sant’Elena, nell’Atlantico meridionale. L’auto sorella, “Cambridge”, targata SNX 761, non è ancora stata riscoperta, anche se voci la danno per dispersa in un burrone iraniano. First Overland ha fornito l’ispirazione per moltissime spedizioni e avventure con le Land Rover e i Defender nei decenni successivi. Proprio per questo, all’esclusivo ritrovo di Onelife a Eastnor sono state invitate anche la 110 vincitrice del Camel Trophy del 1989 (guidata dai suoi proprietari, i fratelli Bob e Joe Ives), oltre a un Defender militare 110 “Wolf” che, nel 1998, ha partecipato al Fifty 50 Challenge (dove, raccogliendo fondi per l’UNICEF in occasione del 50esimo compleanno di Land Rover, sono stati visitati 56 Paesi in 50 giorni). UN’EREDITÀ MODERNA L’eredità scientifica della First Overland continua grazie all’impegno della Royal Geographical Society (RGS) di Londra. Land Rover ha sostenuto l’attività della Society sia sul campo che nelle spedizioni per più di 25 anni, e ogni anno offre fondi e un veicolo ai vincitori del Land Rover Bursary Award. Tom Allen, vincitore della borsa di studio del 2016, ha usato un Defender 110 per una spedizione trans caucasica che aveva il fine di esplorare e mappare un percorso sul Transcaucasian Trail, un potenziale percorso trekking a lunga distanza lungo il Caucaso Maggiore e il Caucaso Minore. Il veicolo è stato adattato ai requisiti del team della spedizione da Jaguar Land Rover Special Vehicle Operations, che l’ha caricato con 1.000 W di potenza utilizzabile (tre volte quella di un Defender standard), una moltitudine di ausili di recupero e perfino una piattaforma di atterraggio per droni. Una volta in campo, la spedizione ha mappato in dettaglio circa il 60% di una strada percorribile lungo il Caucaso Minore, oltre a raccogliere una grande quantità di informazioni che sosterranno l’implementazione di quel percorso. Quando gli viene chiesto di definire la mutevole essenza dell’avventura, Tom Allen dice: “Definire l’avventura come un viaggio di scoperte è restrittivo. Le difficoltà affrontate da una grande proporzione di persone sulla Terra restano reali e urgenti. Le spedizioni aiutano a risolvere alcuni di questi problemi se sono considerate piattaforme per progetti più ampi, che è ciò che l’RGS Land Rover Bursary ha fatto fin’ora. Il nostro progetto è piccolo, ma è un esempio del fatto che vi sono tipi di problemi che le spedizioni possono affrontare oggi e che potrebbero non avere un effetto immediato su scala mondiale, ma avere una loro importanza a livello locale.” “Dovremmo continuare a incoraggiare le persone armate della conoscenza e della determinazione necessarie ad affrontare questi problemi a lasciare le loro scrivanie e a cercare soluzioni su campo, dove sono reali e tangibili. Per me, le spedizioni del futuro saranno queste”. Dopo tutto, forse certe cose non cambiano. FOTOGRAFIA: ROYAL GEOGRAPHICAL SOCIETY (1) 32

RANGE ROVER SVO DESIGN PACK BEYOND SOPHISTICATION Enhance your Range Rover’s iconic presence with the striking design details of the SVO Design Pack. Carefully crafted by our Special Vehicle Operations team, it perfectly complements the distinctive design and effortless sophistication synonymous with your Range Rover. An added touch of flair and even more assertiveness, the SVO Design Pack makes a definitive style statement that speaks for itself. It includes: – Unique front bumper – Rear bumper with integrated tailpipes – Side vents – Grille – Side sill claddings For more information visit gear.landrover.com

 

Land Rover

Rivista ONELIFE

 

La rivista Onelife di Land Rover presenta storie da tutto il mondo che celebrano la forza interiore e la spinta ad andare oltre i propri limiti.

Land Rover ha sempre rappresentato la libertà di andare ovunque e la capacità di farlo in qualsiasi modo. L’ultimo numero di ONELIFE esalta questo spirito, trasportandoci in tutto il mondo per celebrare ogni genere di avventura, dalla più esotica alla più ordinaria. Da una città dell’India, nel cuore dell’Himalaya, dove le Land Rover Serie I e II regnano supreme, fino alla stupefacente Contea di Donegal, in Irlanda, dove il biologo marino Monty Halls, ha vissuto una divertente avventura di famiglia con Discovery.

Archivio

Ottobre 2018
Aprile 2018
Novembre 2017
Aprile 2017
Ottobre 2016

Jaguar Land Rover Limited: Registered office: Abbey Road, Whitley, Coventry CV3 4LF. Registered in England No: 1672070

I dati forniti provengono da test ufficiali del produttore eseguiti nel rispetto delle normative UE. Il consumo di carburante effettivo di un veicolo può variare rispetto ai risultati di tali test e i dati qui indicati hanno solo finalità comparative.