Views
1 year ago

Novembre 2017

  • Text
  • Rover
  • Nuova
  • Veicoli
  • Essere
  • Dice
  • Sempre
  • Mondo
  • Guida
  • Sistema
  • Emissioni
Nuovi ibridi plug-in Range Rover e Range Rover Sport | Perché Oslo risplende come un faro di mobilità elettrica | Alla scoperta della passione sfrenata di Mia Suki | Come Project Hero sta ottimizzando la reazione alle situazioni di crisi della Croce Rossa austriaca | Un meraviglioso viaggio sulle strade norvegesi a bordo di Range Rover Velar

RANGE ROVER VELAR La

RANGE ROVER VELAR La destinazione finale di oggi è l’incredibile Storfjord Hotel, dove godremo della tradizionale ospitalità nordica. A destra: la strada conduce agli scenografici tornanti della Trollstigen “Bak skyene er himmelen alltid blå”, mi viene detto mentre aspetto all’aeroporto di Molde. Informo lo sconosciuto che il mio norvegese è praticamente inesistente e lui traduce immediatamente: “dietro le nuvole il cielo è sempre azzurro“. Il detto è particolarmente pertinente perché in questo momento esatto si è aperto il cielo, mentre l’aeroporto gocciola fradicio di pioggia. Dopo una breve pausa, ecco arrivare l’auto: una Velar R-Dynamic HSE. A Molde, la giornata partico larmente uggiosa sembra essere adatta a un telefilm noir scandinavo, eppure l’auto risplende sotto le deboli luci norvegesi. Guardandola continuo a notare nuove curve, nuove modalità tramite le quali le dimensioni del veicolo sono state ridotte o accentuate, e, soprattutto, l’elimi nazione di orpelli non necessari. La giornata di oggi prevede un percorso di oltre 280 chilometri, che attraverserà alcuni fra i paesaggi e le strade più spettacolari che la Norvegia ha da offrire. Guidando fra le vaste strade secondarie norvegesi, lo schermo di navigazione centrale mi informa che la nostra prima tappa è a circa 60 chilometri di distanza: Jordals grenda, che comporta una deviazione fuoristrada. I touchscreen centrali dell’innovativo sistema Touch Pro Duo della Range Rover Velar non sono solo estremamente pratici, ma anche eleganti e intuitivi. Lo schermo inferiore è un vero piacere da leggere e permette di configurare l’auto per i programmi di guida fuori strada, oltre a controllare la musica e la climatiz zazione. Lo schermo superiore mostra la navigazione e una miriade di altre opzioni. Mentre mi avvicino alla prima meta, l’Head-up Display optional, ad alta risoluzione, mi ha informato del cambiamento nel limite di velocità (qui la maggior parte delle strade ha un limite di 50 o 80 km orari, al di là di quanto siano larghe o poco trafficate). Dopo aver guidato per circa un’ora, è diventato chiaro che quest’auto è estremamente comoda, e vanta la capacità di divorare chilometri senza alcuno sforzo. Attraversando ponti e affiancando fiordi, maturo anche una comprensione del modo di fare le cose qui in Norvegia. L ’ A U T O S I L A N C I A I N O F F - R O A D C O N G R A N D E I norvegesi usano la parola intraducibile “hyggelig” per descrivere qualcosa che, grosso modo, indica intimità, rilassatezza e una sensazione di soddisfazione. La Norvegia è un Paese straordinariamente egalitario, dove la gente apprezza il tempo, la natura e la convivialità, e allora perché guidare velocemente quando posso godermi un po’ di “hyggelig” durante il percorso? Giunto alla prima sezione off-road, il team di Land Rover Experience mi ha gentilmente indicato come impostare l’auto per l’occorrenza. È stato necessario impostare, molto semplicemente, la modalità “Fango e solchi” sul touch screen inferiore, innalzando le sospensioni e attivando l’optional All Terrain Progress Control (ATPC). L'ATPC, simile al cruise control fuori strada, funziona sia con le marce in avanti che in retromarcia ed è operativo con velocità che vanno dagli 1,8 ai 30 km/h. È partico larmente utile negli ambienti off-road nei quali è preferibile una velocità di marcia costante. In pratica, devi solo preoccuparti di girare il volante! Con l'ATPC attivato, l’auto si lancia in off-road con grande abilità e compostezza: pietre, discese ripide e solchi profondi vengono superati senza alcuno sforzo. Questo veicolo non è un finto fuori strada: regge bene il confronto con i suoi parenti stretti più grossi e, persona lmente, non ho trovato una sola sezione del tratto fuori strada che la Velar non abbia saputo attraversare con disinvoltura. Dopo questa sezione, mi ritrovo nei pressi della nostra tappa per il pranzo, a Meringdal. Il locale prescelto per il pranzo si chiama Utsyn, che significa “vista di fronte a te”. Ho parlato con il proprietario A B I L I T À E COMPOSTEZZA 72

 

Land Rover

Rivista ONELIFE

 

La rivista Onelife di Land Rover presenta storie da tutto il mondo che celebrano la forza interiore e la spinta ad andare oltre i propri limiti

Ogni Land Rover è pensata per andare Above & Beyond e farti vivere la vita al massimo. Il prossimo numero di Onelife porta questa filosofia a casa tua grazie a storie uniche e a fotografie straordinarie. Preparati a scoprire nuovi punti di vista da tutto il mondo: dagli eco-innovatori in Cina ai test su strada in Grecia, fino all'architettura modernista in Germania

Archivio

Maggio 2019
Ottobre 2018
Aprile 2018
Novembre 2017
Aprile 2017
Ottobre 2016

Jaguar Land Rover Limited: Registered office: Abbey Road, Whitley, Coventry CV3 4LF. Registered in England No: 1672070

I dati forniti provengono da test ufficiali del produttore eseguiti nel rispetto delle normative UE. Il consumo di carburante effettivo di un veicolo può variare rispetto ai risultati di tali test e i dati qui indicati hanno solo finalità comparative.