Views
1 year ago

Novembre 2017

  • Text
  • Rover
  • Nuova
  • Veicoli
  • Essere
  • Dice
  • Sempre
  • Mondo
  • Guida
  • Sistema
  • Emissioni
Nuovi ibridi plug-in Range Rover e Range Rover Sport | Perché Oslo risplende come un faro di mobilità elettrica | Alla scoperta della passione sfrenata di Mia Suki | Come Project Hero sta ottimizzando la reazione alle situazioni di crisi della Croce Rossa austriaca | Un meraviglioso viaggio sulle strade norvegesi a bordo di Range Rover Velar

PROJECT HERO Il

PROJECT HERO Il paramedico Leander Vögel in attesa di salire su un elicottero dell’esercito Alouette per missioni di ricerca e soccorso. Qui sotto: è meglio dare un’altra occhiata per assicurarsi di non aver dimenticato nulla. Una volta in volo sarà troppo tardi “Abbiamo appreso soprattutto del ruolo da ‘quartier generale’ previsto per il veicolo e del bisogno di una soluzione flessibile ma integrata, in cui le informazioni siano condivise e le comunicazioni provenienti da una singola fonte siano ottimizzate”. Credono che il maggiore impatto sarà dato dal periodo di tempo richiesto per impostare un posto di comando avanzato e dai vantaggi dati dal drone, che offrirà una visione aerea in tempo reale dell’area della catastrofe/d’emergenza. L’ingegnere aeronautico Donal era a disposizione per osservare le varie situazioni dalla prospettiva delle operazioni da un aeromobile a pilotaggio remoto (o APR): "Il concetto di un veicolo con ottime capacità fuoristrada e in grado di controllare il proprio APR rappresenta la convinzione della Croce Rossa austriaca e di Land Rover che i droni possano avere un ruolo fondamentale nelle reazioni alle situazioni di emergenza e nella loro gestione. Dobbiamo integrare il concetto nelle loro attuali procedure operative standard". Le lezioni apprese in Austria saranno passate alle 190 società nazionali della Croce Rossa e influenzeranno l’utilizzo di droni nel settore umanitario. COS’È UN EROE Un primo soccorritore che certamente si avvantaggerà della nuova tecnologia è il paramedico volontario Sebastian Pohl, di venticinque anni, della Bassa Austria. Lo studente di biologia, alla sua prima esercitazione per la Croce Rossa austriaca, sentiva il desiderio di aiutare le persone e diventare un paramedico gli è sembrata la cosa migliore per farlo. Nella “ NON PENSI ALLO STRESS. situazione della cava, Sebastian e il suo team sono stati i primi ad arrivare e hanno dovuto T I R I C O R D I Q U E L L O C H E H A I lavorare prontamente. Per i primi I M P A R A T O E T I C O N C E N T R I soccorritori, è cruciale accedere ai terreni difficili velocemente e valutare la situazione SUL SOSTEGNO DEL PAZIENTE” prima che arrivino i veicoli di emergenza più grandi. L’interazione fra i vari canali comunicativi e l’APR permette di risparmiare tempo e, dunque, di salvare vite umane. Sebastian aggiunge: “Per chi ha una panoramica completa della situazione, nelle crisi conta avere la situazione sotto controllo”. Le esercitazioni rilevano altre considerazioni: “Se avessimo avuto a che fare con delle reali perdite, sarebbero stati disponibili anche dei team di psicologi”. È facile dimenticare che anche i soccorritori sono esseri umani e non macchine, ma secondo Sebastian in queste situazioni “non pensi allo stress. Ti ricordi quello che hai imparato e ti concentri sul sostegno del paziente”. Per questo volontario e per migliaia di persone come lui nella Croce Rossa e impegnati in altri servizi d’emergenza, aiutare chi è in difficoltà è una scelta naturale. Non tutti riescono a dimostrare di avere abilità da leader e a restare calmi di fronte alle crisi. Quando gli viene chiesto di definire l’eroismo, la risposta di Sebastian è: “Non spetta a me giudicare, ma credo che chiunque rinunci al suo tempo libero per addestrarsi a queste situazioni sia un eroe”. PER SAPERNE DI PIÙ Per maggiori informazioni ricerca “Project Hero” su YouTube 68

L A N D R O V E R E L A F E D E R AZ I O N E I N T E R N AZ I O N A L E D E L L E S O C I E TÀ N AZ I O N A L I DELLA CROCE ROSSA E DELLA MEZZALUNA ROSSA Una collaborazione internazionale che ha l’obiettivo di salvare la vita delle persone in pericolo dal 1954 18 PROGETTI UMANITARI 3 S E R V I Z I 4 P R E PA R AZ I O N E 5 ASSISTENZA 6 ASSISTENZA IGIENICO-SANITARI ALLE CALAMITÀ SANITARIA SOCIALE 25 PA E S I 4 C O N T I N E N T I 69

 

Land Rover

Rivista ONELIFE

 

La rivista Onelife di Land Rover presenta storie da tutto il mondo che celebrano la forza interiore e la spinta ad andare oltre i propri limiti

Ogni Land Rover è pensata per andare Above & Beyond e farti vivere la vita al massimo. Il prossimo numero di Onelife porta questa filosofia a casa tua grazie a storie uniche e a fotografie straordinarie. Preparati a scoprire nuovi punti di vista da tutto il mondo: dagli eco-innovatori in Cina ai test su strada in Grecia, fino all'architettura modernista in Germania

Archivio

Maggio 2019
Ottobre 2018
Aprile 2018
Novembre 2017
Aprile 2017
Ottobre 2016

Jaguar Land Rover Limited: Registered office: Abbey Road, Whitley, Coventry CV3 4LF. Registered in England No: 1672070

I dati forniti provengono da test ufficiali del produttore eseguiti nel rispetto delle normative UE. Il consumo di carburante effettivo di un veicolo può variare rispetto ai risultati di tali test e i dati qui indicati hanno solo finalità comparative.