Views
1 year ago

Ottobre 2018

  • Text
  • Rover
  • Strada
  • Mondo
  • Guida
  • Dice
  • Sempre
  • Anni
  • Essere
  • Veicoli
  • Veicolo
Condividi la passione di una comunità di grandi fan di Land Rover in un angolo remoto dell’India | Sperimenta il brivido della guida su ghiaccio a bordo di Range Rover Velar | Esplora la stupefacente Contea di Donegal con Monty Halls e la sua famiglia | Ritrova lo sguardo di meraviglia dei bambini all’Above & Beyond Tour | Scopri perché Range Rover PHEV ha così tanto esaltato il grande esperto di montagna Jimmy Chin | Incontra il più potente dei Defender: il Classic Works V8 edizione speciale

LA GARA DI MOUNTAIN BIKE

LA GARA DI MOUNTAIN BIKE CAPE EPIC NON ADATTO AI DEBOLI DI CUORE I partecipanti alla Absa Cape Epic – dagli appassionati ai ciclisti di classe mondiale – prevengono da ogni angolo del mondo. Prendono parte alla gara in team di due persone, per una distanza di oltre 650 chilometri, suddivisa in sette tappe e otto giorni. Alcune tappe comprendono salite di oltre 2.000 metri. I corridori si allenano di solito per sei mesi prima della gara anche 12 ore a settimana. 50

Le abilità dei veicoli Land Rover vengono testate ad ogni edizione della Cape Epic; il fine è assicurarsi che i corridori di mountain bike affrontino alcuni fra i terreni più ardui e problematici del pianeta “Il terreno cambia, le fattorie vengono vendute, si creano nuovi confini. Per noi questo è un bersaglio mobile, perché nel caso di siccità, di un incendio, di un fiume che straripa dobbiamo cambiare il percorso nonostante quei diciotto mesi di preparazioni”. Nell’immenso compito di perlustrare il percorso incredibilmente complesso della gara, la flotta di ultra capaci Land Rover della Cape Epic svolge un ruolo fondamentale. “Non potremmo farcela senza il sostegno di Land Rover, perché ogni mese dobbiamo essere fuori a monitorare lo stato dell’itinerario dell’anno seguente. Per farlo ci servono dei veicoli di perlustrazione molto capaci e, soprattutto, affidabili”, dice Vermaak, e sicuramente ha già in mente la prossima Cape Epic 2019 e il suo nuovo percorso. Lui, i suoi esploratori e le loro Land Rover sono pronti ad affrontare un altro anno carico d’impegni. La corsa di quest’anno, ovvero la quindicesima per Cape Epic e la terza per Land Rover in qualità di Official Vehicle e Route Partner, è iniziata con un prologo di 20 km sull’emblematica Table Mountain, al quale sono seguite sette temibili tappe comprendenti le città di Robertson, Worcester e Wellington, prima del termine della corsa presso la bellissima Val de Vie Estate, nella Paarl-Franschhoek Valley. Chi ha passato otto giorni sul sellino ha dovuto affrontare quattro giorni consecutivi percorrendo più di cento chilometri al giorno, nonché un periodo estenuante durante la quinta tappa e una fase finale che ha portato gli esausti corridori da Wellington a Val de Vie lungo 70 km e una salita di 2.000 metri. Gli organizzatori della Cape Epic si sono voluti assicurare che quelle ambite medaglie di arrivo non fossero facili da ottenere. Non deve sorprendere, dunque, che quest’anno solo l’84% dei corridori sia riuscito ad arrivare al traguardo. “SU QUELLE “È una gara davvero difficile”, dice Mike Nixon, 59 anni, ex alpinista e ora membro SALITE, DEVI del team ufficiale alla Cape Epic di Land LOTTARE PER Rover, che partecipa in varie categorie con una squadra di 12 uomini. Nixon sa di cosa OGNI SINGOLA parla, essendo uno degli appena quattro corridori che hanno completato la Cape Epic PEDALATA” tutte e 15 le volte (un gruppo conosciuto MIKE NIXON con il nome di “Last Lions”). “La quarta tappa di quest’anno – la sezione Land Rover Technical Terrain – è stata di sicuro la parte più dura dell’Epic di quest’anno. I tratti a singola corsia fino alla Goudini Spa erano incredibilmente asciutti, rocciosi e sabbiosi. Su quelle salite, devi lottare per ogni singola pedalata”. Per quanto riguarda il team Land Rover, quest’anno tutti e 12 i partecipanti sono riusciti ad attraversare con successo il traguardo. Mike Nixon (con il partner Jasper van Dick) è arrivato alla 252esima posizione nella categoria generale, mentre l’ex battitore del Proteas e leggenda del cricket Gary Kirsten, insieme al partner Roddy van Breda, nella categoria dei Masters Over 40, è arrivato 87esimo. E l’eroe degli All Blacks Carlos Spencer, insieme a Clinton Mackintosh, è arrivato 98esimo nella categoria Masters. “Sono stati otto giorni davvero incredibili”, dice Gary Kirsten, che ha gestito il team Land Rover, oltre ad avervi fatto parte. “Per me è stato un onore condurre questo gruppo di persone che partecipavano sotto il marchio Land Rover, e anche solo arrivare alle fine di questo estenuante percorso è di per sé una conquista”. Sembra che Carlos Spencer non abbia affatto torto. SE VUOI LA BICICLETTA… L’edizione del prossimo anno avrà luogo dal 17 al 24 marzo. Per maggiori informazioni sulla Absa Cape Epic, visita cape-epic.com 51

 

Land Rover

Rivista ONELIFE

 

La rivista Onelife di Land Rover presenta storie da tutto il mondo che celebrano la forza interiore e la spinta ad andare oltre i propri limiti

Ogni Land Rover è pensata per andare Above & Beyond e farti vivere la vita al massimo. Il prossimo numero di Onelife porta questa filosofia a casa tua grazie a storie uniche e a fotografie straordinarie. Preparati a scoprire nuovi punti di vista da tutto il mondo: dagli eco-innovatori in Cina ai test su strada in Grecia, fino all'architettura modernista in Germania

Archivio

Maggio 2019
Ottobre 2018
Aprile 2018
Novembre 2017
Aprile 2017
Ottobre 2016

Jaguar Land Rover Limited: Registered office: Abbey Road, Whitley, Coventry CV3 4LF. Registered in England No: 1672070

I dati forniti provengono da test ufficiali del produttore eseguiti nel rispetto delle normative UE. Il consumo di carburante effettivo di un veicolo può variare rispetto ai risultati di tali test e i dati qui indicati hanno solo finalità comparative.